Logo Univeversita De Vest

Per una concezione lotmaniana della Storia della Traduzione

The History/ Historiography of Translation: between the real and the virtual

Intervento di Bruno Osimo in occasione di "International Translation Studies Colloquium" organizzato dalla Universitatea de Vest di Timişoara in Romania

Bruno Osimo, docente dell'Altiero Spinelli, il 28 novembre 2018 alle 10, in occasione del convegno sulla storia della traduzione organizzato dall'Universitatea de Vest di Timişoara dal titolo The History/ Historiography Of Translation: Between The Real And The Virtual, terrà la Lectio inaugurale in sessione plenaria: Per una concezione lotmaniana della Storia della Traduzione.
Partendo dal presupposto che la Storia della Traduzione può essere intesa in vari modi: storia delle singole traduzioni, storia dei traduttori, storia del modo in cui le culture hanno preferito vedersi tradotte all'estero, storia dei filtri che certi regimi hanno imposto alle traduzioni provenienti dall'esterno, Bruno Osimo cercherà di applicare alla stessa la teoria di Jurij Lotman. In Lotman è centrale il concetto di «esplosione» (vzryv in russo): la storia non si evolve gradualmente, ma ha cicli di involuzione e cicli di esplosione, una specie di salto quantistico della storia, rispettivamente quando due culture risultano reciprocamente intraducibili, e quando trovano il modo (creativo) per superare i momenti di intraducibilità.
La semiotica della cultura di Lotman ha molto a che fare con la traduzione: benché Lotman non fosse traduttore né traduttologo, ha lasciato un patrimonio immenso di ragionamenti applicabili anche alla traduzione

Il programma completo del convegno